Sociale

Progetto ARES: Azioni di REte e Sostegno 2012 -2013
Progetto, con capofila il Comune di Scandicci (Fi) e Nosotras partner, finanziato nell’ambito dell’Azione 8 – “Capacity building” del Fondo F.E.I. (Fondo Europeo Integrazione)-Ministero dell’Interno.
Azione mirata a migliorare i livelli di gestione ed erogazione dei servizi pubblici ed amministrativi rivolti ai cittadini di paesi terzi, nonché promuovere interventi di mainstreaming che prevedano l’inserimento dei temi dell’integrazione nella programmazione e nell’attuazione degli interventi di politica sociale.

Progetto MAAT: azioni di sostegno ed accompagnamento 2011-2012
Il progetto di cui è stata capofila Nosotras con il sostegno dell’Ordine Regionale degli Assistenti Sociali e dell’Asl 10 Firenze è stato finanziato dal Fondo F.E.I. (Fondo Europeo Integrazione) del Ministero Interno. Ha avuto tra i suoi obiettivi quello di elaborare accordi Strategici e Programmi di intervento per l’effettiva messa in rete dei servizi di inclusione sociale attivi nel territorio e rivolti alle donne immigrate ed alle loro famiglie. Ha sviluppato azioni di rete in sinergia tra servizi sociali e sanitari rivolgendosi a 500 donne immigrate e loro famiglie, attraverso azioni di: accoglienza, orientamento alla rete dei servizi socio sanitari sul territorio, presa in carico ed inserimento lavorativo.

Progetto Beautiful Mind – 2011
Progetto di etnopsicologia finalizzato all’accoglienza, sostegno ed accompagnamento di rifugiati e richiedenti asilo con disagio psicologico. Il progetto, di cui è stato capofila il Consorzio Co&So ed il Comune di Firenze con Nosotras, Arci e Servizio Sprar è stato finanziato dal Fondo F.E.I. (Fondo Europeo Integrazione) del Ministero dell’Interno. Nosotras ha gestito il servizio di mediazione linguistico culturale con l’impiego di circa 30 lingue e dialetti differenti. Ha visto la sperimentazione di percorsi specifici di presa in carico del rifugiato e richiedente asilo, che presenta problematiche complesse per il vissuto da paesi di guerra, conflitto o guerra civile. In questo ambito Nosotras ha svolto il servizio di mediazione linguistico – culturale in setting etnoclinico.

Progetto SMS: Sportello Multi Servizio per donne immigrate – 2010-2011
Il progetto di cui è stata capofila Nosotras in parternariato con Consorzio Co&So è stato finanziato dal Fondo F.E.I. (Fondo Europeo Integrazione) del Ministero Interno ed ha visto un percorso formativo per 10 operatrici di sportello (donne immigrate) che sono diventate protagoniste dell’accoglienza di 600 donne immigrate e delle loro famiglie, offrendo loro informazione ed orientamento ai servizi socio-sanitari, costruendo percorsi di empowerment e progetti personalizzati, nonché campagne di informazione e sensibilizzazione sui temi della salute materno – infantile.

Sanitario

Progetto Prevenzione Interruzione Volontaria di Gravidanza (IVG) e donne straniere. Per una maternità responsabile e la prevenzione dell’aborto, la tutela della maternità e la prevenzione dell’abbandono del neonato – 2011 e 2012
Progetto promosso e finanziato dal Ministero della Salute – CCM e coordinato dalla Regione Toscana, attraverso l’Azienda USL 7 di Siena, per la prevenzione delle Interruzioni Volontarie di Gravidanza (IVG) tra le donne straniere. Ha visto la collaborazione tra tre Unità Operative:UO1: affidata alla Sapienza Università di Roma: promuovere una formazione mirata all’intercultura degli operatori socio-sanitari.UO 2: affidata all’Istituto Superiore di Sanità: rafforzamento del percorso IVG nell’ottica della continuità assistenziale tra territorio ed ospedale.UO 3: affidata alla Regione Toscana (tramite USL 7 di Siena) e Associazione Nosotras: individuazione di percorsi informativi da svolgersi in collaborazione con i consultori e con il coinvolgimento delle comunità di donne immigrate, allo scopo di favorire l’accesso ai servizi consultoriali e contestualmente sensibilizzare le donne nei luoghi di maggiore aggregazione, usando un linguaggio corretto ed i codici culturali di riferimento. Produzione e diffusione nelle regioni partecipanti di materiale informativo multilingue, realizzato anche in collaborazione con le associazioni di donne immigrate e finalizzato alla procreazione cosciente e responsabile.Al progetto hanno aderito 10 regioni: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto.

Formazione

Corso di formazione Asl 1 Sassari – Integrità del Corpo e Tradizioni – 2012
Promuovere il rispetto dell’integrità fisica, psichica, delle donne e bambine a rischio di mutilazione genitale femminile; conoscere e prevenire la pratica di mutilazione genitale femminile (MGF). Corso di formazione promosso e finanziato da ASL 1 Sassari. Destinatari e loro numero: (qualifiche professionali e ambiti organizzativi di appartenenza) n.234 operatori dei consultori familiari, dei punti nascita, medici e ginecologi, ostetriche, assistenti sanitari, psicologi, assistenti sociali e pediatri. (Consultori, ASL 1 Sassari e Ospedale di Sassari).
Luogo di realizzazione del progetto: Centro Formazione presso Ex Ospedale S. Camillo Strada Sassari Sorso – Sassari
Periodo di realizzazione: Ottobre – Dicembre 2012.
Per un totale di n. 2 moduli formativi (con giornate di 6 ore) per 6 gruppi, per un totale di 240 partecipanti. Finalità: Fornire informazioni essenziali e fondamentali sul fenomeno MGF e sulle tematiche relative alla difesa dei diritti umani e delle donne; approfondire le differenze socio-culturali delle comunità target; Affrontare la questione delle mutilazioni genitali femminili.Aiutare ad acquisire strumenti, cognitivi ed interpretativi per un approccio adeguato al fenomeno ed elementi culturali e di approccio utili al dialogo con la donna e la sua famiglia. Accreditato ECM.

Pari Opportunità

Crisalide – Sostegno alle donne immigrate inserite in nuclei familiari – 2009
Finanziato: Ministero dell’Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e per l’Immigrazione su Fondo Europeo per l’Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi. Dare un sostegno alle donne straniere che registrano una comune difficoltà relativa alla mancanza di una rete familiare e offre strumenti per una reale integrazione attraverso percorsi personalizzati nel contesto familiare.

Scuole, Università, Intercultura

Progetto Rete e Cittadinanza. Verso un sistema toscano integrato – 2013
C
ofinanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione dei Paesi Terzi 2007- 2013 – Azione 1 Annualità 2011 presso il Centro Territoriale Permanente di Firenze. Regione Toscana come ente capofila e l’Istituzione Centro Nord-Sud partner.
È  stato richiesto ed affidato, con delibera n 20 del 31/01/13, a Nosotras un servizio di sostegno ed accompagnamento affinché si riducesse il fenomeno della dispersione, attraverso interventi mirati di orientamento, mediazione, socializzazione, misure a supporto dei soggetti svantaggiati da realizzare in accordo con il Centro Territoriale Permanente (CPT) Beato Angelico di Firenze.

Progetto MITO: corsi di italiano come L2- 2011
Finanziato dal Fondo F.E.I. (Fondo Europeo Integrazione) – Ministero dell’Interno. Capofila: Consorzio Co&So. Parternariato: Associazione Nosotras.
Il progetto è stato finalizzato alla realizzazione di corsi di italiano come L2 (lingua seconda) per stranieri, in collaborazione con i CTP (Centri territoriali Permanenti) della Scuola Beato Angelico e Dante Alighieri di Firenze. Nosotras si è occupata del servizio di mediazione linguistico culturale nella fase degli inserimenti scolastici e durante lo svolgimento dei corsi.

Progetto Uguadi 2011 -2012 -2013
Finanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE) tale progetto ha come capofila l’Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Scienze della Formazione. E’ finalizzato alla decostruzione dei pregiudizi e degli stereotipi relativi al mondo dell’immigrazione. Il progetto si rivolge agli insegnanti delle scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Firenze. In questo ambito Nosotras svolge docenze sui temi delle mutilazioni genitali femminili (MGF), delle relazioni di genere nelle varie culture, delle seconde generazioni.

Contrasto alle Discriminazioni Razziali

Progetto NerArgento:Mangiare, Bere, Dormire: storie di badanti e badati. Spettacolo teatrale 2011 e 2012
Lo spettacolo “Mangiare Bere Dormire: storie di badanti e badati” è nato dalla collaborazione avviata con l’attrice Daniela Morozzi ed il musicista Leonardo Brizzi.

Progetto NerArgento: contrasto alle discriminazioni razziali nei confronti delle donne che svolgono lavoro di cura 2011.
Finanziato dall’Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale (UNAR – Dipartimento delle Pari Opportunità- Palazzo Chigi – Roma) ha la finalità di indagare sul fenomeno delle discriminazioni razziali nei confronti delle donne che svolgono lavoro di cura, in particolare le donne di pelle nera e di religione islamica, che indossano il velo. È stato realizzato un manuale di buone prassi inerenti al lavoro di cura, rivolto alle donne straniere e alle famiglie. Grazie alla collaborazione con il regista Michele Coppini è stato  ideato lo spot informativo “Il lavoro di cura non è un film” con la partecipazione volontaria di Novello Novelli e Daniela Morozzi.

Vai all'inizio della pagina