Nosotras

Nosotras

STOP MGF

Una delegazione della nostra associazione è stata ospite del Coniprat in Niger (Niamey) per condividere, assieme a una delegazione dell'ICF dell'Uganda, le esperienze sul campo nel settore del contrasto alle MGF. Abbiamo trovato un'associazione sana e piena di iniziative, una delegazione di giovani che affianca il lavoro trentennale di queste pioniere del settore e molti nuovi progetti da sostenere e portare avanti. 

Il contrasto alle MGF rimane una priorità da non sottovalutare per raggiungere l'obiettivo MGF Zero tra meno di quattro anni.

Estate 2017

Cari amici di Nosotras vi segnaliamo che dal 1 all'11 agosto la nostra sede di via Faenza sarà aperta dalle 10 alle 14 dal lunedì al venerdì. Dall'11 agosto al 21 invece resterà chiusa. Dal 22 al 30 agosto toneremo dal lunedì al venerdì ad aprire la sede di via Faenza 103 dalle 10 alle 14. Gli sportelli e i servizi su appuntamento torneranno invece operativi da settembre.
Buona estate 2017 a tutti e tutte.

 

Lo Sportello Europeo “Donna Migrante” è rivolto a donne migranti che si trovano in uno dei Paesi coinvolti dal Progetto S.E.T.U.P. (Italia, Germania, Spagna, Svezia, Belgio) e che necessitano di informazioni ed orientamento per utilizzare i servizi e le risorse del territorio, e/o che vivono situazioni di disagio personale o personale, familiare, lavorativo e relazionale.

Quale è lo scopo?

Tutelare le donne provenienti da Paesi terzi attraverso un progetto che mira ad incrementare la rete internazionale, partendo da una maggiore consapevolezza dei bisogni di cui le donne migranti sono portatrici e dalle risorse territoriali. S.E.T.U.P., attraverso lo Sportello Europeo “Donna Migrante”, intende favorire l’integrazione e promuovere un approccio interdisciplinare attento alle diversità culturali e arricchito dalle buone prassi che verranno rilevate sul contesto europeo.

Quali servizi offre?

Lo Sportello Europeo ‘Donna Migrante” offre gratuitamente i seguenti servizi:

• Servizi di accoglienza ed orientamento;

• Servizi di accompagnamento;

• Consulenza legale;

• Consulenza psicologica nei seguenti ambiti: famiglia, scuola, lavoro, salute.

• Attività di socializzazione;

• Servizio di mediazione linguistica e culturale

 

Dal 24 giugno gli sportelli attivi sul territorio toscano sono:

Lunedì  9 - 13 e 14 - 17 presso via Faenza, 103 Firenze

Martedì 9 - 13  presso via Bessi, 2  Scandicci 

Giovedì 9 - 13 presso via Togliatti, 37 (c/o Centro Sociale) 

Venerdì 9.30 - 13 via Cavour 43/B  Empoli (c/o Locali del Centro Servizi della Misericordia) 

QUI SOTTO la locandina

 

 

Appuntamento con la cena promossa dal Social Party di Scandicci il 5 luglio (ore 20, lungo via San Bartolo in Tuto) per sostenere il pronto soccorso della pediatria e neonatologia del nuovo ospedale San Giovanni di Dio. Saranno presenti il Dr. Gianfranco Gianassi, direttore della medicina di urgenza e primo soccorso, e il Dr. Marco Pezzati, direttore del reparto di pediatrica intensiva neonatale. Estrazioni a premi e Biga Band Vincenzo Bellini per allietare la serata.

Informazioni e prenotazioni contattando l'assessorato alle politiche sociali del Comune di Scandicci (0557591351; www.comune.scandicci.fi.it).

 

Un paese di Calabria

In una terra un tempo abbandonata, in Calabria, è nata un’utopia. Sfidando la fatalità Riace ha scelto di rivivere accogliendo gli immigrati che sbarcano sulle coste italiane. Nelle vie di Riace la vita ritorna a poco a poco. Una trama semplice quella di "Un paese di Calabria", film di Shue Aiello e Catherine Catella che avremo la possibilità di scoprire il 25 maggio alle 21 al Cinema Stensen.
Il film non ha distributore in Italia e per poterlo vedere si deve raggiungere un numero di spettatori prenotati tramite una piattaforma online.
Dopo la proiezione un incontro per parlare del tema.
Questo film è autodistribuito dal basso attraverso la piattaforma Movieday.
Occorre dunque acquistare e far acquistare i biglietti in anticipo da questo link:
http://www.movieday.it/event/event_details?event_id=1096

Femminicidio e violenza di genere. E' questo il titolo del corso di perfezionamento diretto da Simonetta Ulivieri che si terrà sabato 20 maggio per tutta la giornata con due focus. La mattina sarà la dott.ssa Irene Biemmi, dalle 10 alle 13, a affrontare il tema "Nuove forme di violenza simbolica. Bambine e bambini nell'immaginario pubblicitario" mentre dalle 14 alle 17 la dott.ssa Gloria Bimbi Okhomina di Nosotras terrà la lezione su "Nosotras: genere e violenza". Il corso si terrà al Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, Via Laura, 48, Firenze, Aula A7, II piano.

Sostieni Nosotras!

Ci sono molti modi per sostenere il lavoro che da quasi venti anni fa la nostra associazione interculturale di donne italiane e migranti. 
Ad esempio donando il vostro Cinque per Mille o facendo una donazione al nostro Fondo di Solidarietà di Nosotras. Un modo per prendervi cura,
con noi, di chi si prende cura delle vostre famiglie, delle donne che si trovano in difficoltà economica, che hanno bisogni di una mano.
Le donazioni raccolte serviranno a finanziare i gruppi di auto aiuto, le consulenze psicologiche e legali, i percorsi di socializzazione e
la ricerca di lavoro e alloggio che tante donne migranti, da assistenti domiciliari, si trovano a dover affrontare.

Puoi contribuire alla realizzazione dei nostri progetti :
-versando il tuo 5x mille a NOSOTRAS ONLUS C.F.94069640483
-donando al conto corrente solidarietà
NOSOTRAS FONDO DI SOLIDARIETA' VIA FAENZA N. 103 50123 FIRENZE
BANCA POPOLARE ETICA SCRL FILIALE DI FIRENZE DI FIRENZE, VIA DELL'AGNOLO
n.73/R -50122 Firenze. COORDINATE BANCARIE :ABI 05018 CAB 02800 CIN Z C/C
000000135252
Contattaci chiamando lo 055-2776326, scrivici a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Velo e nuove cittadine

"Porto il velo Adoro i Queen" è un bel documentario che ascolta la voce di tre donne, cittadine italiane, di "seconda generazione", che hanno deciso di indossare il velo, l'hijab. Le loro storie sono state da traino per la discussione e il confronto dopo la proiezione, dibattito condotto dal prof. Alberto Tonini dell'Università di Firenze, Scienze Politiche, assieme a Alessia Belli, ricercatrice e ad alcune delle donne di Nosotras. Ecco alcuni degli scatti di questa serata che si è svolta al Cinema Cinecittà di via Pisana a Firenze.

Porto il velo, adoro i Queen

Appuntamento con tutti i nostri amici questa sera alle 21 per la visione del film "Porto il velo, ascolto i Queen" di Luisa Porrino, uscito nel 2016. La quotidianità e le parole di tre giovani musulmane italiane fanno luce sui pregiudizi e sugli stereotipi che allontanano dalla complessità del mondo islamico. Il punto di vista delle donne musulmane è pressochè assente dal dibattito pubblico ma sono tra le prime a subire gli effetti di dinamiche discriminatorie. Ad una settimana dalla Giornata Internazionale contro le Discriminazioni ci è sembrato importante, come associazione interculturale, di dare il nostro sostegno alla promozione sul territorio della proiezione di questo film, importante tassello culturale di animazione del dibattito sul tema. La proiezione si terrà il 23 marzo alle ore 21,00 al Cinema Cinecittà in via Pisana. La proiezione sarà introdotta dal professor Alberto Tonini, dell'Università di Firenze, e vedrà la partecipazione di giovani di seconda generazione della nostra associazione.
IL film è in tour e oggi sarà a Reggio Emilia e Firenze

Martedì 28 marzo 2017
Cristallo - Sala unica, Via Ferrari Bonini, 4, Reggio Emilia, ore 21.00.
Cinecittà - Sala unica, via Pisana 576, Firenze, ore 21.00.

Sentiero 103

Martedì 29 Febbraio 2017, al Teatro della Compagnia a Firenze si sono svolte le riprese del video musicale di IlariaRastrelli e ClaudiaD'Agnone. "Sentiero 103" così è stato intitolato il nuovo singolo da cui nasce l'idea del progetto "Diamo una voce, mettiamoci la faccia" contro le discriminazioni razziali e di genere.
L'inedito verrà presentato il 21 marzo, giornata contro le discriminazioni, presso il Teatro della Compagnia e dal 22 marzo sarà disponibile anche online.
La compositrice Claudia D'Agnone e la cantante, ex concorrente di X Factor, Ilaria Rastrelli durante una piacevole e interessante chiacchierata in occasione delle riprese del video hanno risposto ad alcune delle nostre domande.
 Ilaria cos'è per te cantare questa canzone? 
《L'idea del progetto in generale è partita da Claudia, è stata lei ad includermi in questa idea, da sempre ha avuto in mente di voler parlare di queste tematiche, di dar voce a chi non aveva i mezzi, o il carattere per farlo. Non avevo mai affrontato tematiche del sociali nel mio percorso ma ho subito apprezzato sia la sua idea che il concetto che ci vede coinvolte con numerosi soggetti e quindi insieme abbiamo realizzato la canzone.》
Come siete venute a conoscenza dell'associazione? 
《Dell'associazione ne siamo venute a conoscenza insieme, abbiamo scritto la canzone e ci siamo messe alla ricerca di un'associazione che vivesse in modo diretto queste problematiche, è stato così che siamo venute a conoscenza di Nosotras Onlus.》
Claudia come mai hai deciso di scrivere una canzone su questo tema? Da dove è partita l'idea?
《L'idea è partita da una storia personale, ho voluto soltanto mettere in musica ciò che è accade a tante donne.》 
Claudia, quale ruolo può avere la musica nella diffusione di tematiche sociali? 
《L'arte in generale porta avanti tematiche molto importanti, sono mezzi di comunicazione fortissimi, la musica credo sia uno dei mezzi più forti, è un linguaggio universale che ci unisce tutti e tutte.》

Dettagli sull'evento concerto del 21 marzo dopo il 17 quando si terrà la conferenza stampa di presentazione. Appuntamento per tutti però il 21 marzo dalle 20,30 con inizio concerto alle 21.

Pagina 1 di 6
Vai all'inizio della pagina