OPEN DAY per volontari

Insieme, donne italiane e migranti, per tracciare una quotidiana comunità di convivenza. Un esercizio di pratica costante e giornaliera che ci pone di fronte i quesiti di un mondo in continua evoluzione. Una complessità che abbiamo deciso di affrontare assieme e guardando alla costruzione di un comune futuro. Per scoprire le nostre attività, i progetti che abbiamo in ponte e quelli che ci piacerebbe costruire ed entrare a far parte di questa comunità di pratica vi invitiamo il 24 settembre alle 15,30 in v.Faenza 103. 
Sarà l'occasione per conoscerci e per aprire le porte a nuove volontarie (e volontari!).

MARTEDI' 24 SETTEMBRE
Ore 15,30 - 18,30 
Via Faenza 103 - Firenze

WIFE - Wonderful Instrument for Enjoyment

 

Settembre inizia alla grande. Riportiamo in città la mostra WIFE (Wonderful Instrument for Enjoyment), mostra fotografica e di disegni, realizzata da Nosotras in occasione del suo ventennale e presentata nell’ambito della scorsa edizione del Festival dei Diritti promosso dal Comune di Firenze. 

Le immagini sono quelle dei ritratti di donne della comunità Munda del Bangladesh realizzate dalla fotografa Sara Santarelli e i disegni sono quelli di Laura Luja che ritraggono le donne della casata dei Medici anche loro fatte sposare in tenera età. 

Una esposizione per far riflettere sui danni e sulla violenza die matrimoni forzati e precoci, 21 immagini che ci parlano di ieri e di oggi per non smettere mai di credere che cambiare si può. Così come, tra l’altro, dimostrato dalla giovane Minori che si è sottratta alla pratica scappando nella giungla ed aprendo così le porte di una alternativa possibile per se stessa e per le altre giovani della sua comunità.

Dal 4 al 13 settembre la mostra sarà ospitata dallo spazio libreria alla Festa de L’Unità di Firenze gestita dalla libreria Florida e Marabuck.

 

WIFE - Wonderful Instrument For Enjoyment
Dal 4 al 13 settembre
Festa de L’Unità - Mandela Forum - Firenze
#wife #wonderfulinstrumentforenjoyment #munda #matrimoniforzati #Medici  #Firenze #sisceltelibere

ORARI ESTIVI 2019

COACH JOB

Due giornate di formazione rivolte alle operatrici e operatori del terzo settore che si trovano ad lavorare in favore di donne, donne sole con figli a carico, donne vittime di violenza o di tratta. Si terranno il 28 giugno e il 5 luglio e vogliono offrire degli strumenti pratici di gestione e sostegno alle azioni degli operatori/trici secondo le tecniche del coaching. Entrambi gli incontri saranno condotti dal dott. Massimo Giusti e si terranno dalle 9 alle 13 al Centro di Incontro, all’Auditorium, in Piazza Dante 33 a Borgo San Lorenzo.

Coach Job è un progetto promosso da Nosotras Onlus in Rete con SdS Mugello, Progetto Accoglienza, Banca del Tempo, Proforma e Associazione G.Ballerio nel Comune di Borgo San Lorenzo. Vuole essere uno strumento di sostegno alle attività di accompagnamento al lavoro di fasce deboli della popolazione, contrasto alle condizioni di fragilità di donne e sviluppo di una rete di collaborazione tra le associazioni del terzo settore.

Destinatari: donne sole con figli, donne in famiglie monoreddito, donne inserite in percorsi antiviolenza, richiedenti asilo e/o vittime di tratta.

Lo sportello è aperto il mercoledì e il venerdì su appuntamento scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando lo 055/
Prevede due percorsi di coaching e mentoring che inizieranno a settembre/ottobre e la possibilità di offrire due corsi di formazione a due delle donne che hanno seguito le attività del progetto.

Sportello COACH JOB - Mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12
Centro di Incontro
Piazza Dante 33 - Borgo San Lorenzo

Il progetto è finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito dell’avviso pubblico per la concessione di contributi a soggetti del terzo settore di contributi in ambito sociale anno 2018

 

Violenza mai

Violenza di genere. Il fenomeno non è più nascosto come accadeva ancora un decennio fa. Ma più che emerge e più che sono necessarie risposte perché dietro alle definizioni stanno le storie di decine di migliaia di donne che vivono condizioni di violenza psicologica, fisica, economica, ogni giorno. Chi lavora a contatto con il pubblico può essere testimone o primo ascolto di testimonianze difficili e complesse: come affrontarle? Che tipo di  prima risposta dare? Nosotras Onlus assieme all'Ordine degli Infermieri Professionisti di Firenze e Pistoia organizza per martedì 18 dicembre, a Pistoia, un incontro formativo rivolto a infermieri, psicologi, ostetriche e infermieri pediatrici, per  conoscere opportunità e limiti della Carta di Istanbul e come si inquadra il fenomeno a livello europeo e nazionale, scoprire come in Inghilterra, ad esempio, il fenomeno viene trattato e parlare anche della violenza che invece subiscono, spesso, gli operatori sanitari durante lo svolgimento del proprio lavoro.

L'incontro si tiene dalle 13,45 alla Sala Maggiore del Palazzo Comunale di Pistoia, in piazza Duomo 1, la partecipazione è libera, a infermieri, psicologi e ostetriche vengono riconosciuti 4 crediti formativi. In questo caso l'iscrizione è obbligatoria e si effettua attraverso il gestionale TOM: hhttps://tom.opifipt.it/ 

WIFE - Wonderful Instrument for Enjoyment

W.I.F.E. - Wonderful Instrument For Enjoyment
Foto di Sara Santarelli, disegni di Laura Luja
a cura dell'associazione Nosotras Onlus
Fino al 30 novembre - Teatro Puccini 

Sette trittici, due ritratti fotografici e un disegno, per raccontare la forza delle donne. In Bangladesh, una piccola comunità tribale, i Munda, oggi non praticano quasi più matrimoni forzati e precoci grazie alla determinazione di una giovane che si è sottratta alla pratica nascondendosi nella giungla e riuscendo a promuovere, convincere e sostenere altre giovani donne della sua comunità. Di loro ci parlerà la mostra fotografica di Sara Santarelli mentre la mano di una giovane disegnatrice messicana, Laura Luja, ha reinterpretato i ritratti dei volti delle donne della casata dei Medici che furono sposate bambine o poco più e che, nonostante l’importante ruolo politico e sociale che hanno svolto nella vita fiorentina dell’epoca sono rimaste nell’ombra.
La mostra si terrà dal 2 al 30 novembre al Teatro Puccini (dal 1 al 15 dicembre al Caffè Letterario delle Murate) nello spazio esposizioni e sarà l’occasione per scoprire come è possibile raggiungere importanti risultati proprio grazie alla capacità che le donne hanno di organizzarsi e determinarsi: percorsi non facili, anzi, ma possibili. Un messaggio di speranza che speriamo possa essere contagioso.

 

 

Nosotras si presenta

Nosotras Onlus nasce nel 1998. Da ieri a oggi tanto è cambiato, quelle che erano delle giovani donne sono diventate adulte, hanno portato avanti il loro progetto migratorio in Italia o hanno iniziato nuovi percorsi. L’associazione è rimasta un luogo di sperimentazione di relazioni interculturali con una finalità di mutuo e reciproco aiuto che si sostanzia in uno spazio di potenziale crescita, per tutte coloro che si sono sperimentate in questi anni, e tutte/i coloro che vorranno ancora farlo.

Nosotras è una comunità di pratica interculturale e vogliamo raccontare quello che siamo oggi, quello che vogliamo essere domani. Vi aspettiamo!

6 OTTOBRE 2018
Dalle 10 alle 13
Via Faenza 103, Firenze

#IONONDISCRIMINO

Una giornata per discutere di discriminazioni razziali e capire a quale punto siamo oggi in Toscana. Si conclude il progetto FAMI #IONONDISCRIMINO, progetto finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione FAMI 2014-2020 (PROG706 - OS 2, ON 3, lett. l – budget 294171,44 € – annualità 2016-18, 18 mesi). Il progetto coinvolge i partner Regione Toscana, Arci Comitato Regionale Toscano, Società della Salute dell'Area Socio Sanitaria Grossetana, Unione dei Comuni della Valdera, Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e governo delle migrazioni L’Altro Diritto (Università degli studi di Firenze, Dipartimento di Scienze Giuridiche) e Nosotras in una serie di azioni per riconoscere, prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette fondate sulla razza e sull’origine etnica nei confronti dei cittadini di Paesi Terzi.

Un anno di attività formative su tutto il territorio regionale rivolte ad operatori di sportello, amministratori e giornalisti, incontri diffusi sul territorio per l'allargamento della Rete Toscana Contro le Discriminazioni Razziali, eventi sportivi realizzati grazie al sostegno di numerose società sportive.

L'appuntamento del 28 marzo inizierà alle 17,30 e presenterà i risultati del progetto, i servizi sul territorio (gli sportelli e il manuale delle buone prassi rilevate) e il ruolo della Rete Toscana contro le Discriminazioni. Alle 19,30 apericena per tutti i presenti e a seguire musica con Akro Batik e Tommy Kuti.

Il tutto al PAC in piazza delle Murate a Firenze.

Tolleranza ZERO

Ancora insieme per il contrasto delle MGF. E' dal 2014, dall'appuntamento ‘Florence for Women’ del 25 novembre di quell'anno, che tra ES'GIVIEN - brand emergente nel fashion world con una guida tutta femminile - e Nosotras Onlus - associazione interculturale che dal 2004 si occupa della tematica - è nato un sodalizio finalizzato al contrasto dei fenomeni di violenza e violazione su donne e bambine tra cui le mutilazioni genitali femminili (MGF).

In occasione della Giornata Internazionale contro le MGF, ‘Giornata Mondiale Zero Tolleranza’, ES’GIVIEN e la sua fondatrice, la Psicologa Vivilla Zampini, ora Neo-Presidente di CNA Impresa Donna Firenze, hanno deciso di tornare a dare il proprio contributo ad una storica campagna di Nosotras Onlus: ExEx, una raccolta fondi per progetti di microcredito rivolti alle ex mutilatrici (ex exciseuses) che hanno finalmente abbandonato la pratica, ossia ‘hanno lasciato definitivamente il coltello’ .
Da anni ES’GIVIEN con la sua startup ilfashionbelloebuono, porta avanti iniziative concrete sul tema. ‘Crediamo, dice Vivilla Zampini, che oggi si debba uscire dal proprio ‘territorio’ per abbracciare e portare un contributo nel mondo e nello specifico nel sociale. Ed essendo ES’GIVIEN un’azienda interamente al femminile, vogliamo fare qualcosa a favore delle tematiche che riguardano le donne. Da qui il nostro impegno.’
Conclude Vivilla Zampini: “ Per questo 6 febbraio _ Giornata Zero Tolleranza _ abbiamo creato una Capsule Collection, ES’GIVIEN-mini, per mum&daughter, il cui ricavato - del KapoK - verrà devoluto alle campagne di NOSOTRAS Onlus contro le MGF e tutte le forme di violenza e violazione su donne e bambine.”

"Nosotras Onlus è associazione antenna del Comitato Interafricano contro le mutilazioni genitali femminili e le pratiche nefaste - dice la Presidente dell'Associazione Laila Abi Ahmed - e quest'anno il tema della giornata vuole mettere in luce tutte le relazioni che servono per contrastare il fenomeno: da quelle istituzionali e politiche a quelle delle associazioni civili. Noi proseguiamo il nostro impegno per promuovere una cultura di contrasto e prevenzione del fenomeno e continueremo a lavorare con le associazioni sorelle, in Africa, che da trenta anni portano avanti questa battaglia. Ad agosto del 2017 siamo tornate, con una missione, a confrontarci con la nostra associazione sorella in Niger, il Coniprat, per verificare lo status dei progetti di microcredito e raccogliere le istanze che arrivano da questo paese che solo per i fatti legati ai flussi migratori oggi, in Italia, trova spazio sulle pagine dei giornali. Abbiamo trovato uomini e donne impegnati davvero nel contrasto del fenomeno e rilevato come i progetti di microcredito siano veramente dei volani di cambiamento ed emancipazione. La strenua caparbietà di questi pionieri, nonostante le criticità del paese, è per noi uno stimolo importantissimo per proseguire le nostre campagne di advocacy perché più, mai più, nessuna bambina venga sottoposta a questa pratica. Per porre fine al fenomeno serve però l'impegno di tutti, nei paesi di origine, nelle diaspore, da parte delle istituzioni e delle organizzazioni e associazioni perché mettere la parola fine al fenomeno è una decisione politica."

Auguri

Un altro anno si è concluso, un anno pieno di sfide e difficoltà che abbiamo condiviso con le nostre socie e soci, amici ed amiche. Molto abbiamo fatto, molto abbiamo ancora da fare: le sfide che arrivano dal complesso mondo che viviamo riguardano tutte e tutti, ci riguardano.
Con un impegno quotidiano per rimanere fedeli alla nostra mission associativa, per portare avanti un dialogo interculturale che vada a toccare ed affrontare tutte le difficili questioni che affrontiamo nella vita di tutti i giorni.
Che i 2018 sia un anno pieno, intenso e proficuo per tutti gli amici ed amiche di Nosotras Onlus.

Vi ricordiamo che i nostri uffici rimarranno sempre aperti, fino all'8 gennaio con orario 10-13.

Pagina 1 di 2
Vai all'inizio della pagina