#IONONDISCRIMINO

Una giornata per discutere di discriminazioni razziali e capire a quale punto siamo oggi in Toscana. Si conclude il progetto FAMI #IONONDISCRIMINO, progetto finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione FAMI 2014-2020 (PROG706 - OS 2, ON 3, lett. l – budget 294171,44 € – annualità 2016-18, 18 mesi). Il progetto coinvolge i partner Regione Toscana, Arci Comitato Regionale Toscano, Società della Salute dell'Area Socio Sanitaria Grossetana, Unione dei Comuni della Valdera, Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e governo delle migrazioni L’Altro Diritto (Università degli studi di Firenze, Dipartimento di Scienze Giuridiche) e Nosotras in una serie di azioni per riconoscere, prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette fondate sulla razza e sull’origine etnica nei confronti dei cittadini di Paesi Terzi.

Un anno di attività formative su tutto il territorio regionale rivolte ad operatori di sportello, amministratori e giornalisti, incontri diffusi sul territorio per l'allargamento della Rete Toscana Contro le Discriminazioni Razziali, eventi sportivi realizzati grazie al sostegno di numerose società sportive.

L'appuntamento del 28 marzo inizierà alle 17,30 e presenterà i risultati del progetto, i servizi sul territorio (gli sportelli e il manuale delle buone prassi rilevate) e il ruolo della Rete Toscana contro le Discriminazioni. Alle 19,30 apericena per tutti i presenti e a seguire musica con Akro Batik e Tommy Kuti.

Il tutto al PAC in piazza delle Murate a Firenze.

Sentiero 103

Martedì 29 Febbraio 2017, al Teatro della Compagnia a Firenze si sono svolte le riprese del video musicale di IlariaRastrelli e ClaudiaD'Agnone. "Sentiero 103" così è stato intitolato il nuovo singolo da cui nasce l'idea del progetto "Diamo una voce, mettiamoci la faccia" contro le discriminazioni razziali e di genere.
L'inedito verrà presentato il 21 marzo, giornata contro le discriminazioni, presso il Teatro della Compagnia e dal 22 marzo sarà disponibile anche online.
La compositrice Claudia D'Agnone e la cantante, ex concorrente di X Factor, Ilaria Rastrelli durante una piacevole e interessante chiacchierata in occasione delle riprese del video hanno risposto ad alcune delle nostre domande.
 Ilaria cos'è per te cantare questa canzone? 
《L'idea del progetto in generale è partita da Claudia, è stata lei ad includermi in questa idea, da sempre ha avuto in mente di voler parlare di queste tematiche, di dar voce a chi non aveva i mezzi, o il carattere per farlo. Non avevo mai affrontato tematiche del sociali nel mio percorso ma ho subito apprezzato sia la sua idea che il concetto che ci vede coinvolte con numerosi soggetti e quindi insieme abbiamo realizzato la canzone.》
Come siete venute a conoscenza dell'associazione? 
《Dell'associazione ne siamo venute a conoscenza insieme, abbiamo scritto la canzone e ci siamo messe alla ricerca di un'associazione che vivesse in modo diretto queste problematiche, è stato così che siamo venute a conoscenza di Nosotras Onlus.》
Claudia come mai hai deciso di scrivere una canzone su questo tema? Da dove è partita l'idea?
《L'idea è partita da una storia personale, ho voluto soltanto mettere in musica ciò che è accade a tante donne.》 
Claudia, quale ruolo può avere la musica nella diffusione di tematiche sociali? 
《L'arte in generale porta avanti tematiche molto importanti, sono mezzi di comunicazione fortissimi, la musica credo sia uno dei mezzi più forti, è un linguaggio universale che ci unisce tutti e tutte.》

Dettagli sull'evento concerto del 21 marzo dopo il 17 quando si terrà la conferenza stampa di presentazione. Appuntamento per tutti però il 21 marzo dalle 20,30 con inizio concerto alle 21.

Prendi la tessera, entra anche tu nel mondo Nosotras

Sostieni anche tu il lavoro di Nosotras. Come? Tesserandoti e diventando socia/o di Nosotras. La nostra associazione ha una storia lunga di dialogo interculturale, è un luogo unico di confronto e crescita dove un futuro multiculturale esiste già nell'oggi, ora. Ma è anche uno spazio di rivendicazione dei diritti di chi è più debole ed ha meno possibilità di accesso alle informazioni e alla conoscenza dei servizi del territorio. Gestiamo una serie di servizi gratuiti e autofinanziati come sportelli di ascolto e consulenza per la tutela legale, il supporto psicologico, il sostegno alla ricerca di nuove opportunità di lavoro. Ci occupiamo di sostegno all'insegnamento della lingua madre e di contrasto alle mutilazioni genitali femminili (Castitatis Cingulum). Tutti servizi offerti gratuitamente. Gestiamo anche case di accoglienza per donne, con i loro figli, in difficoltà dove poter sviluppare, per ognuna, un progetto di empowerment. Portiamo avanti progetti di cooperazione internazionale e di formazione.
Se vuoi entrare a fare parte del Nosotras mondo puoi tesserarti e per farlo è sufficiente passare in associazione, in via Faenza 103, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.
Vi aspettiamo!

No stereotype day

Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione
o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a
odiare, possono anche imparare ad amare, perché l'amore, per il cuore umano, è più naturale
dell'odio”  Nelson Mandela

A tutela della multiculturalità, della diversità e della varietà del genere umano, l' Associazione Iparticipate propone un flash mob contro gli stereotipi. Anche l'associazione Nosotras aderisce all'iniziativa di domani pomeriggio, 21 maggio, ore 18, in Piazza della Repubblica a Firenze.
Insieme per dire No agli stereotipi, SI' alla multiculturalità, diversità varietà del genere umano.

Altre informazioni da questa pagina FB

Vai all'inizio della pagina