SET UP

Si avvia a conclusione il progetto SET UP (finanziato con il fondo FAMI - Capacity Building) realizzato per studiare i modelli di Spagna e Olanda nel settore dell'empowerment, dell'affido e delle tecniche di accoglienza delle donne migranti a livello europeo. 

Il 28 di giugno al Fuligno un appuntamento dedicato a tirare le fila di una anno di lavoro su queste tematiche con l'aiuto di ospiti internazionali che ci daranno una idea di insieme delle attività che vengono svolte altrove aiutandoci a confrontarle con il nostro sistema sociale per poterci migliorare reciprocamente.
Il convegno è accreditato per gli assistenti sociali (7 crediti formativi).
Le modalità di iscrizione le trovate sul nostro volantino.
Vi aspettiamo!

Auguri

Un altro anno si è concluso, un anno pieno di sfide e difficoltà che abbiamo condiviso con le nostre socie e soci, amici ed amiche. Molto abbiamo fatto, molto abbiamo ancora da fare: le sfide che arrivano dal complesso mondo che viviamo riguardano tutte e tutti, ci riguardano.
Con un impegno quotidiano per rimanere fedeli alla nostra mission associativa, per portare avanti un dialogo interculturale che vada a toccare ed affrontare tutte le difficili questioni che affrontiamo nella vita di tutti i giorni.
Che i 2018 sia un anno pieno, intenso e proficuo per tutti gli amici ed amiche di Nosotras Onlus.

Vi ricordiamo che i nostri uffici rimarranno sempre aperti, fino all'8 gennaio con orario 10-13.

Femminicidio e violenza di genere

Femminicidio e violenza di genere. E' questo il titolo del corso di perfezionamento diretto da Simonetta Ulivieri che si terrà sabato 20 maggio per tutta la giornata con due focus. La mattina sarà la dott.ssa Irene Biemmi, dalle 10 alle 13, a affrontare il tema "Nuove forme di violenza simbolica. Bambine e bambini nell'immaginario pubblicitario" mentre dalle 14 alle 17 la dott.ssa Gloria Bimbi Okhomina di Nosotras terrà la lezione su "Nosotras: genere e violenza". Il corso si terrà al Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, Via Laura, 48, Firenze, Aula A7, II piano.

Arte e Vita a Nosotras

Carlos Silveira lavora da oltre 20 anni come docente, è ingegnere civile, laureato all'Università Federale di Rio Grande do Sul, in Brasile, ma si è poi specializzato in pittura e disegno in Illinois e poi in Texas. Adesso lavora con la California State University Long Beach ed è venuto a Firenze con un gruppo di giovani studenti, ospiti di un programma di studio all'American Institute for Foreign Study, per un corso di "Art and Social Action" ovvero il lato sociale e politico dell'arte.
Assieme hanno coinvolto un gruppo di donne di Nosotras elaborando con loro, oltre le barriere linguistiche e i gap formativi, un progetto artistico.
"Volevamo ringraziare tutte le donne di Nosotras che hanno partecipato a questo percorso con noi - hanno detto gli studenti, oggi, ultimo degli incontri per questo progetto- perchè assieme, nonostante le diverse lingue, le diverse storie, dipingendo insieme ci siamo sentiti uniti, senza diversità".
"Grazie a questi giorni passati assieme - ha detto invece Mariam, una delle donne dell'associazione - mi sono resa conto che anche io, che non ho nessuna conoscenza artistica, posso però fare qualcosa, anche io posso divertirmi realizzando qualcosa di bello".
"Per Nosotras - ha detto Laila Abi Ahmed, Presidente dell'Associazione a chiusura del progetto, prima che il risultato di questo lavoro assieme fosse appeso al muro - questi sono momenti importanti. Le donne che vengono da esperienze di vita complesse o che stanno vivendo un'intoppo nel loro progetto migratorio, grazie a laboratori come questo riescono a recuperare confidenza con se stesse e fiducia nel prossimo e, divertendosi, a ritrovare le energie per affrontare le sfide della vita".
Sul nostro profilo Flickr potete vedere alcuni scatti realizzati durante il laboratorio.
Un grazie a tutte le donne dell'associazione che hanno partecipato a questo progetto e agli studenti statunitensi che hanno condiviso la loro energia creativa.

Prendi la tessera, entra anche tu nel mondo Nosotras

Sostieni anche tu il lavoro di Nosotras. Come? Tesserandoti e diventando socia/o di Nosotras. La nostra associazione ha una storia lunga di dialogo interculturale, è un luogo unico di confronto e crescita dove un futuro multiculturale esiste già nell'oggi, ora. Ma è anche uno spazio di rivendicazione dei diritti di chi è più debole ed ha meno possibilità di accesso alle informazioni e alla conoscenza dei servizi del territorio. Gestiamo una serie di servizi gratuiti e autofinanziati come sportelli di ascolto e consulenza per la tutela legale, il supporto psicologico, il sostegno alla ricerca di nuove opportunità di lavoro. Ci occupiamo di sostegno all'insegnamento della lingua madre e di contrasto alle mutilazioni genitali femminili (Castitatis Cingulum). Tutti servizi offerti gratuitamente. Gestiamo anche case di accoglienza per donne, con i loro figli, in difficoltà dove poter sviluppare, per ognuna, un progetto di empowerment. Portiamo avanti progetti di cooperazione internazionale e di formazione.
Se vuoi entrare a fare parte del Nosotras mondo puoi tesserarti e per farlo è sufficiente passare in associazione, in via Faenza 103, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.
Vi aspettiamo!

#WithRefugees

Il 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che da oltre dieci anni ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione, spesso sconosciuta ai più, di questa particolare categoria di migranti.
Con la Giornata Mondiale del Rifugiato l’UNHCR vuole invitare il pubblico ad una riflessione sui milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. E soprattutto non dimenticare mai che dietro ognuno di loro c’è una storia che merita di essere ascoltata.
In questa giornata a Firenze l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati organizza un concerto all'Arena del Visarno.
#WITHREFUGEES è una maratona musicale per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di oltre 60 milioni di rifugiati in tutto il mondo. A livello globale, una persona ogni 122 è oggi attualmente un rifugiato, uno sfollato interno o un richiedente asilo.
Marlene Kuntz, Ministri, Il Teatro degli Orrori, IoSonoUnCane, Paolo Benvegnù, Piotta, Mau Mau, Selton, Sandro Joyeux, Verano, C+C=Maxigross, General Stratocuster & The Marshals e Cosmo. Sono questi gli artisti che hanno risposto positivamente alla chiamata dell’UNHCR e che si alterneranno sul palco della Visarno Arena a partire dalle ore 17.30. con la presenza straordinaria di Noah Stewart e Sacha Puttnam che si esibiranno in una versione inedita di “You’ll never walk alone”.
Durante il concerto avremo l’occasione di ascoltare sia le storie di chi è stato costretto a fuggire a causa di guerre, persecuzioni e violazioni dei diritti umani, sia alcune delle tante esperienze di buona accoglienza e integrazione presenti in tutta Italia.
Ma soprattutto il concerto #WITHREFUGEES vuole essere una giornata di festa e di partecipazione, per dare un forte segnale di solidarietà a tutti i rifugiati e anche per ricordare coloro che hanno perso la vita in mare alla ricerca di protezione e sicurezza.

Chiusura uffici

Segnaliamo a tutti i nostri contatti che gli uffici dell'Associazione Nosotras saranno chiusi dal 1° al 6 giugno 2016.
Per comunicazioni urgenti scriveteci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Festa di fine anno scolastico

 

Tifawin è il nome della scuola di madre lingua araba promossa dall'associazione Nosotras Onlus nei comuni di Scandicci e Firenze. Anche quest'anno saranno una quarantina i bambini e i ragazzi che riceveranno un attestato di partecipazione e animeranno la giornata di festa a conclusione dell'anno scolastico.

Parlare la lingua di origine dei genitori è un elemento importante per aiutare le seconde generazioni a costruirsi una relazione affettiva forte, e consolidata, oltre che un validissimo ulteriore strumento di conoscenza che può essere di aiuto per affrontare le sfide di una vita sempre più multiculturale.

Il 28 maggio, presso la sede di Nosotras in via Faenza 103, dalle 15 alle 17, l'incontro di fine anno con le famiglie e gli studenti per la consegna degli attestati ma anche per ascoltare i bambini e i ragazzi recitare poesie, leggere testi in arabo e ballare sulle note della musica egiziana grazie alla partecipazione degli amici dell'associazione El Haiat.

Insieme anche i partecipanti degli incontri di accompagnamento alla lingua italiana, organizzati dall'associazione due volte a settimana presso la nostra sede, per principianti e per analfabeti nella lingua di origine: donne e uomini arrivati da poco nel nostro paese provenienti da Mali, Senegal, Marocco, Albania, Bulgaria, Ucraina, India.

 

Vi aspettiamo!

No stereotype day

Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione
o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a
odiare, possono anche imparare ad amare, perché l'amore, per il cuore umano, è più naturale
dell'odio”  Nelson Mandela

A tutela della multiculturalità, della diversità e della varietà del genere umano, l' Associazione Iparticipate propone un flash mob contro gli stereotipi. Anche l'associazione Nosotras aderisce all'iniziativa di domani pomeriggio, 21 maggio, ore 18, in Piazza della Repubblica a Firenze.
Insieme per dire No agli stereotipi, SI' alla multiculturalità, diversità varietà del genere umano.

Altre informazioni da questa pagina FB

Vai all'inizio della pagina